Project Description

Cartoline: il design spesso ci dice a quale epoca appartengono.

Ad esempio, dal 1906 in poi una cartolina statunitense aveva la parte posteriore divisa; prima di allora era indivisa e mancava lo spazio per i saluti. Tra il 1915 e il 1930, erano progettate con un bordo bianco per risparmiare inchiostro. Mentre,  dal 1930 fino al 1950 hanno un aspetto color paglierino. Se l’idea di collezionare cartoline vi attira, potrebbe essere una buona idea iniziare con quelle che vi piacciono: d’epoca provenienti da prima dell’età d’oro, di grandi fotografi, immagini delle vacanze, quelle con dettagli architettonici e con valore storico o magari preferite cartoline utilizzate che contengano una storia personale. Una volta che siete sicuri di questo hobby e siete disposti ad investire del denaro, potete fare offerte per i lotti più rari o comunque di valore.

Perché collezionare cartoline?

La nostalgia è sicuramente una delle ragioni per cui la gente colleziona cartoline: le immagini e i racconti mostrati sono spesso associati a memorie del proprio passato. Altri collezionano cartoline che recano foto o disegni di uno specifico luogo di interesse storico o di un particolare periodo. Confrontate una cartolina moderna di San Francisco con una del 1917 e sarete sorpresi di quanti cambiamenti sono avvenuti. Difatti, gli storici sono soliti studiare le cartoline d’epoca per saperne di più sulla gente che abitava in un dato luogo, sui modi di vivere, sulle differenze architettoniche e molto altro. Per ultimo, ma non per importanza, una buona collezione di cartoline vintage può valere una piccola fortuna.